Città del Barocco Siciliano, Modica, in provincia di Ragusa, è nota ai più per il suo cioccolato unico e inconfondibile. Famoso in tutto il mondo, il cioccolato di Modica deve la sua particolarità ad una consistenza granulosa e ruvida, quasi grezza, che conserva intatte tutte le caratteristiche del cacao.

Le storie che si raccontano su questo prodotto sono tante, una fra tutte quella che vede importare le fave di cacao in Sicilia dagli spagnoli ai tempi della loro dominazione sull’isola.

La produzione del cioccolato di Modica segue una metodologia di preparazione artigianale. I semi di cacao macinati vengono riscaldati e mischiati a zucchero e spezie. Il composto ottenuto viene mantenuto a temperatura bassa tale da non far sciogliere i cristalli di zucchero, che si mantengono intatti così da conferirgli la caratteristica consistenza granulosa. Il tutto viene poi amalgamato e lavorato “a freddo”, consentendo così di preservare inalterate le caratteristiche del cacao, eliminando la fase del “concaggio” che potrebbe far scomparire alcune fragranze originali.

Già da alcuni anni, qui a Modica, si svolge un bellissimo evento dedicato a questo cioccolato: sto parlano del Chocomodica. L’evento è organizzato ogni anno nel periodo che precede le festività natalizie, quest’anno si è svolto dal 9 al 11 dicembre, e attira tantissimi curiosi e visitatori da tutto il mondo.

Va da se che Modica già di suo attrae un forte flusso di visitatori ogni anno; tra Barocco Siciliano, chiese monumentali, paesaggi infiniti e bontà culinarie, Modica sa offrire veramente tanto ai turisti. Il Chocomodica però è un modo di presentare al mondo la città in tutte le sue sfaccettature e il suo prodotto dolciario di indiscussa bontà.

Personalmente sono stato a Modica parecchie volte, e quando posso ci torno sempre volentieri. Così come per tutta quella zona della Sicilia. Qui si respira un’aria diversa, fatta di storia, di bellezza e di antico fascino siciliano. Dopo alcuni anni di assenza ho deciso di ritornare per una breve visita, e ho deciso di farlo proprio durante il Chocomodica.

Arrivato a Modica la prima tappa per me è e rimane l’Antica Dolceria Bonajuto. Il tempio del cioccolato di Modica. Un luogo storico (ma veramente). La più antica fabbrica di cioccolato in Sicilia. Sei generazioni di lavoro alle spalle. Una sosta di gusto che non può mancare.

Camminando per le vie cittadine (il Chocomodica è un evento organizzato in centro città, tra strade, piazze e palazzi di città) il cioccolato si trova ovunque: nei vari stand dove era possibile degustarlo e compralo; nei cooking show dedicati a ricette e preparazioni al cioccolato; perfino nell’arte e nelle cose più bizzarre, come una vecchia Fiat 500 ricoperta di cioccolato e nelle opere d’arte di scultura e pittura di giovani artisti locali. Insomma un vero e proprio trionfo del cioccolato.

Uno degli spazi che più mi ha colpito è stato quello dedicato all’abbinamento tra cioccolato e vino, nello specifico vino Marsala. Nella mia guida all’abbinamento cibo-vino avevo già spiegato come il cioccolato fosse di difficile abbinamento con il vino. In questo caso, però, le caratteristiche del cioccolato di Modica sono perfette per essere abbinante alla morbidezza del vino Marsala. Mi sono cimentato quindi in alcune degustazioni e posso dirvi che il risultato è sensazionale.

Il mio consiglio? Venite a Modica, provate il cioccolato modicano, godetevi le bellezze di questa città e immergetevi in un territorio che sa regalare emozioni indimenticabili.

www.chocomodicaofficial.it

Foto: Ignazio Perez